NORD SARDEGNA

Dalla prima avventura di Marghe e Perla, ambientata nel Nord Sardegna… ecco la mini guida turistica tutta per voi!

Pee e Corí in questo articolo vi parleranno del loro itinerario fatto nel Nord Sardegna, raccontandovi qualche aneddoto e dandovi qualche consiglio!

Qualche consiglio pre-partenza…

Se conoscete qualcuno con origini Sarde (ma anche se non lo conosci, fai una ricerca in internet) chiedete se potrebbe consigliarvi un immobile in affittoLa Sardegna è “selvaggia”, calma e priva di orari, impossibile non farsi trasportare da questo mood, quindi un appartamento in cui non esistano orari prestabiliti, potrebbe essere la scelta migliore per viverla al meglio!

IMPORTANTE!!! 

PRIMA DI PREDISPORRE IL VIAGGIO DOVETE SAPERE CHE…

Mai programmare un itinerario con giorni preimpostati – per evitare di rimanere delusi – la Sardegna è famosa anche per i suoi venti.

La cosa ideale da fare, infatti, sarebbe quella di controllare ogni mattina il meteo: vi informerà riguardo la loro direzione e da lì potrete scegliere in quale parte della costa andare per evitare di “mangiare” un po’ di sabbia… a meno che non siate così tanto affamati 😂!

Non fatevi scoraggiare da questa rivelazione, un luogo in cui evitare un forte vento per poi godervi la giornata c’è sempre! Anche se… vedere il mare in movimento, spinto dalla forza del vento Maestrale, è uno spettacolo a cui vale la pena assistere. Ma questo ve lo sveleremo più avanti!

Si parteee!

Il nostro viaggio è iniziato con due biglietti aerei: la tratta è BolognaAlghero Fertilia con volo Alitalia.

Spesso si pensa che Ryanair sia la più economica, in realtà durante l’alta stagione è consigliabile affidarsi a compagnie aeree con prezzi fissi che diano la possibilità di tenere il bagaglio in stiva… perché si sa: i costumi occupano poco posto, ma le donne di posto in valigia non ne hanno mai abbastanza! 

La regola che vale sempre è: prima si prenota e meno si spende!

Arrivate a Fertilia, Pee e Corí escono dall’aeroporto dove proprio di fronte all’uscita si trova l’autonoleggio Noleggiare.it dal quale avevano prenotato la loro piccola auto, per potersi muovere liberamente durante la loro vacanza. Dopo varie ricerche, hanno scelto questo centro noleggio per il semplice fatto che offriva un prezzo migliore di altri, inoltre la cifra comprendeva un’assicurazione totale… per evitare le classiche “fregature” da vacanzieri, in cui sicuramente molti di voi si saranno imbattuti almeno una volta nella vita.

Pee e Corì

Dovete sapere che Corí, da brava Sarda, non ha mai venduto la sua casetta in provincia di Sassari. Questa si trova a Bancali. Questo paese è in una zona alquanto tranquilla e comoda, situata tra Alghero e Porto TorresDa lì, in soli venti minuti, potrete raggiungere tutte le spiagge che desiderate!

Cibo a Bancali

Aspetto super mega positivo due punti ristoro tra cui:

Nota importante per i più pigroni: entrambe consegnano direttamente a domicilio!

Bomba super: colazione al bar tabacchino “Salaris” con brioches e cappuccino insuperabili!

In paese c’è anche un minimarket che vende focacce e panini, preparati sul momento, ideali per i pranzi sotto all’ombrellone!

Ah, e non dimentichiamoci dell’Agriturismo “Cubeddu”, i suoi panzerottini ripieni delle loro melanzane li ricorderete per tutta la vita!

Eccoli! 👇 

La scoperta ha inizio…

Sassari Città e Dintorni

Non appena entrerete a Sassari, alla vostra destra potrete osservare la Chiesa di Santa Maria e i giardini.

Se siete in auto potete parcheggiare nel parcheggio sotterraneo all’Emiciclo.

Una volta messa la vostra macchinina a riposo, a piedi seguite le indicazioni per Piazza d’Italia, dove potrete ammirare l’ex palazzo della provincia. Seguendo per Via Roma alla vostra destra potrete vedere il Museo Sanna ricco di storia della Sardegna. Per chi volesse bere un caffè, sorseggiare una bibita o fare un aperitivo sempre in Via Roma, potrete trovare moltissimi bar. Se avrete voglia di addentare un buon panino dovrete andare alla ricerca di “Renato”… ve ne farà mangiare di tutte le sorti!

Facciamo un passo indietro e ritorniamo al punto di partenza, ovvero: Piazza d’Italia. Da qui andiamo a sinistra. Qui troverete Piazza Castello ed il Museo della Brigata.

Sotto Piazza Castello, in discesa, potrete ammirare il castello. In questa discesa sarete immersi nei vicoli strettissimi della città vecchia di Sassari. Qui troverete tantissime boutique, tanti negozietti e anche le case tipiche sassaresi. Vi accorgerete che girare li in mezzo sarà come essere in un vero labirinto: un’esperienza unica!

Proseguendo nella discesa potrete vedere il teatro. In una via in quella zona potrete seguire le indicazioni per la Chiesa di Santa Caterina. Sempre lì troverete una bella piazza in cui potervi riposare e, per i più assetati, ma soprattutto per gli amanti della birra: una birreria del tutto esclusiva che vi offrirà un repertorio inimitabile di birre, provenienti da tutte le parti del mondo!

Andando ancora più in giù vi troverete in Piazza Colonna Mariana. In una traversa della piazza si potrà giungere al Duomo di San Nicola, nonché la chiesa principale di Sassari. San Nicola sarebbe proprio il patrono della città.

Proseguendo ancora più giù si arriverà a Porta Sant’Antonio. Qui è situato il Teatro Ferroviario. A livello urbanistico potrete osservare palazzi e case tipiche.

Per chi, invece, si trovasse in Piazza Università, sulla destra ci sarà una salita che condurrà a Piazza Azuni, da lì un lungo corso vi porterà fino a Piazza Tola. Si tratta del punto di ritrovo per lo più dei giovani, soprattutto degli universitari. Anche qui non mancano i negozi, bar, birrerie. Per gli amanti dei libri in questa piazza è situata anche la nota Biblioteca Comunale.

Feste principali a Sassari

  • mese di Maggio: la Cavalcata.
  • 14 agosto: i Candelieri. Poco prima di questo evento vi è quello della Madonna del Buon Cammino.
  • 6 dicembre: Festa di San Nicola, il patrono della città.

Per gli amanti del Mare

Spiagge da non perdere ad Alghero!

Prima spiaggia assolutamente da visitare è la “Spiaggia di Mugoni”.

Per i meno avventurosi diamo un indirizzo preciso da inserire nelle mappe onlineStrada Provinciale 55, 07041 Mugoni, Alghero (SS). Mugoni ha un parcheggio a pagamento (costo assolutamente accessibile) con un’area in cui possono sostare anche i camper. Alle spalle di questa meravigliosa distesa di sabbia, appena dopo il parcheggio, si trova un’immensa pineta – salvavita per chi non ama stare sotto il sole. 

In quella parte di costa l’acqua è davvero cristallina e i suoi fondali meritano veramente di essere ammirati. In particolare, vi consigliamo di andare alla scoperta della riviera del corallo Alghero, una riserva protetta, perciò incontaminata. Armatevi, dunque, di maschera e pinne e andate alla ricerca delle mega Gnacchere (Pinna Nobilis), il più grande bivalve (= che ha due valve, si tratta di un tipo di conchiglia, grande, perché può raggiungere anche un metro di lunghezza) presente nel Mar Mediterraneo. 

RACCOMANDAZIONE!!!

Essendo questa un’area protetta (ma anche se non lo fosse il discorso non cambia!) tutto quello che potrete ammirare NON lo potrete toccare o peggio ancora… non potrete assolutamente pensare di portarlo a casa! 

Pena: Mega multa e… coscienza sporca, il peggiore dei contrappassi!

Per i più pigri, come Pee e Corí, nella spiaggia di Mugoni potrete noleggiare Gommoni, pedalò e canoe se per caso vi vorreste allontanare dalla riva per fare un tuffo al largo. Inoltre… vi è anche la possibilità di fare windsurf, ma questo dipende sempre dal vento 🌬️

Per il pranzo in riva…

10 punti al ristorante Le Ninfee: assolutamente da mangiare è la loro fregola di mare e perché no… un aperitivo in spiaggia al tramonto non guasta mai. L’atmosfera lì è veramente rilassante e romantica!

Aperitivo/Pranzo in riva a Mugoni 👇

Dovete sapere, inoltre, che questa lunga lingua di costa è chiamata in due modi

  • a sinistra (tenendo il mare di fronte al vostro sguardo) Mugoni, che è stata appena presentata. 
  • a destra La stalla (tranquilli, non ci sono bestioline fastidiose 😂).

Entrambe mettono a disposizione sia spiaggia libera che spiaggia privata con lettini ed ombrelloni. Ultimo punto per i dog friendly: quì I CANI SONO BEN ACCETTI

Proseguiamo il viaggio, salutando Mugoni…

Sulla stessa strada di Mugoni…

Si trovano altre due spiagge che meritano un po’ di attenzione:

Entrambe veramente spettacolari ma con un parcheggio un po’… come dire… sterrato?! 😂

Tutte queste spiagge si trovano all’interno del “Parco Naturale Regionale Porto Conte”. Percorrendo la strada panoramica potrete ammirare, appunto, panorami mozzafiato, oppure arrivare fino alla punta più alta di Capo Caccia per visitare le famose Grotte di Nettuno, caratterizzata da ben i 656 scalini →  moltiplicateli per due, perchè dovrete pur risalire 😂!

Ma… niente paura! Se siete curiosi di visitarli senza affaticarvi – nonostante ne valga decisamente la pena – potrete prenotare la visita in barca. Per prenotare:

Dove mangiare ad Alghero?

Domanda ultra difficile… 

Questa città è piena di ristoranti e pizzerie, con ogni fascia di prezzo. Ci sono ristoranti in cui è possibile scegliere il cosiddetto “Menù piatto composto”: rapido, gustoso ed economico. Per esempio, un piattone di calamari fritti, patatine ed insalata potrebbe rientrare nella fascia di prezzo tra i €10,00 ed i €12,00 e… vi sentirete davvero super sazi!

Solitamente per certe scelte, ci affidiamo alle recensioni di TripAdvisor, quando magari vogliamo “trattarci bene” ricerchiamo un locale che soddisfi i nostri gusti (sia estetici che gustativi) e, dobbiamo dire la verità: raramente abbiamo avuto delusioni a riguardo.

Qualche chicca per le buone forchette: Pedramare, Villa Mosca, Prosciutteria Sant Miquel, Blau Skybar, Il Corallo, QuintilioAquatica, il Milese (con le sue focacce da leccasi i baffi), Tenute Delogu.

Avete fatto tardi al mare?  

Non è un problema, fino a tarda notte troverete sempre le pizzette al taglio, tipiche della Sardegna, una volta assaggiate ne vorrete sempre di più.

Un posto però ce lo abbiamo da consigliarvi assolutamente: si tratta dell’Agriturismo Sa Mandra.

Si trova a Fertilia, nei pressi dell’aeroporto.

Agriturismo 👇

Costruito mattone su mattone dalla famiglia Murrocu. Appena entrerete potrete ammirare un vero e proprio museo a cielo aperto. Solitamente ad accogliervi ci sarà Maria Grazia insieme ad un aperitivo di benvenuto da gustare passeggiando nel bel mezzo dei loro sentieri, dove scoverete murales in cui sono dipinte scene rievocative e rappresentative degli abiti tipici Sardi oltre ad un enorme camino nel quale i maialetti sardi vengono cotti girando sullo spiedo per moooltissime ore da Giuseppe (Special guest del camino)… questa è infatti la loro specialità! 

Il camino di Giuseppe 👇

La loro azienda agricola produce formaggi e salumi che potrete mangiare direttamente sul posto, la cosiddetta produzione a km 0. In questo caso si potrebbe dire anche a metro 0 😂!

Si tratta solo di un Agriturismo? No no… a Sa Mandra avrete la possibilità di soggiornare, se vorrete, anche nei loro due Resort: Su Passu e Inghirios.

Insomma… si tratta di un vero PARADISO!

Ciliegina sulla torta: uno dei tre fratelli, si occupa del maneggio Tre Stelle Sa Mandra. Lì potrete ammirare bellissimi cavalli con i quali (prenotando) avrete anche la possibilità di fare amicizia proprio all’interno del loro recinto, affinché possiate essere pronti per montarci sopra e fare con loro una bella passeggiata, magari al tramonto, sulla spiaggia di PORTO FERRO.

Cosa fare la sera dopo cena ad Alghero?

Alghero, una città con origini catalane, si trova circondata da mura antiche. All’interno potrete ammirare un magnifico centro storico, le cui vie si sviluppano in vari borghetti. La passeggiata, che potrete fare sia all’interno che al confine del mare proprio lungo le sue vecchie mura, spesso lascia affascinati i suoi visitatori. All’interno delle mura, durante il periodo estivo, i negozietti restano solitamente aperti fino alle 23:00. Quindi, per gli amanti dello shopping, potrebbe essere un’ottima occasione da cogliere al volo!

Foto in una via di Alghero 👇

Per fare tardi, dopo aver terminato lo shopping, i locali “post-cena” non mancano di certo. Il nostro preferito è sicuramente Maracaibo animato sempre da buona musica e ottimi cocktail. I posti a sedere non sono tanti, ma di fronte ad esso vi è proprio la spiaggia. Essa è circondata da un muretto dove i clienti di qualsiasi età sono soliti sedersi. Ma, attenzione… Regola numero uno: NON SI LASCIA IL “RUDO” IN GIRO! 

Il Riservato beach bar è un altro localino che merita attenzione. Costruito tra le rocce del mare, questo locale ci ha assolutamente conquistato durante un aperitivo all’ora del tramonto. Qui, inoltre, è possibile recarsi durante il giorno prenotando lettini prendisole, oppure dopo cena per ballare un po’.

Dove mettere la macchina? Per quanto riguarda il parcheggio, per chi dovesse spostarsi in macchina o in motorino, ve ne è uno gratuito che fiancheggia proprio il porto di Alghero, oppure, se vi guardate un pochino attorno, ci sono anche parcheggi a pagamento!

Il tramonto dal porto di Alghero 👇

Porto Ferro

Ebbene sì… un altro posto da visitare è senza alcun dubbio Porto Ferro! Amatissimo dai surfisti soprattutto durante il Maestrale… la magia di quelle enormi onde durante questo vento, ma anche l’incantesimo del sole che cala dentro il suo mare, valgono davvero la pena di essere vissuti… Questa lunga spiaggia è libera ma, nonostante ciò, vi sono due baretti con servizi igienici.

Consiglio: fate una passeggiata anche verso le altre calette, verso la torretta ad esempio… meritano davvero di essere viste!

Al nord di Porto Ferro, sempre nel territorio di Sassari, si trovano Porto Palmas e Cala dell’Argentiera. Entrambe caratterizzate da un fascino magnetico, profumi inebrianti e acqua trasparente.

Porto Palmas

caratterizzato da un grande spiaggione ad ingresso libero, in cui troverete anche un baretto per soddisfare ogni vostra necessità. 

Rimanete fino al calar del sole… non ve ne pentirete!

Porto Palmas 👇

Ma soprattutto, prima di andare via, percorrete la strada sterrata andate a curiosare tutte le calette che si sono formate durante gli anni con le varie mareggiate. Salendo, alla vostra destra troverete una distesa di natura verde, selvaggia e incontaminata dai profumi che salverete nella memoria del vostro cuore; alla vostra sinistra, invece, potrete osservare l’immenso mare.

Natura incontaminata 👇

Noi abbiamo avuto la possibilità di vedere questo panorama infinito “piatto come l’olio”, ma anche mosso dal forte Maestrale.

Le onde mosse dal Maestrale 👇

Consiglio? Svegliatevi presto e avventuratevi lungo il percorso con scarpette da ginnastica e zainetto, lasciando la macchina nel primo parcheggio disponibile.

Riprendendo la macchina e continuando sulla strada provinciale, arriverete all’Argentiera, la seconda spiaggia di cui vi abbiamo parlato.

Cartello di benvenuto una volta entrati all’Argentiera 👇


Essa, in primis, richiama alla mente un vero e proprio scenario di archeologia industriale. Dovete sapere che in passato, proprio lì, vi erano stabilimenti minerari molto attivi.

Ex stabilimento minerario 👇


Questo “villaggio minerario fantasma” possiede poi anche una spiaggia caratterizzata da piccoli sassolini bianchi, un mare blu e fondali pazzeschi!

Stintino e La Pelosa

Ed eccoci al punto forte, qua madre natura si è proprio sbizzarrita… siamo a Stintino. La perla del Mediterraneo, con la sua spiaggia principale La Pelosa, il cui mare è colorato da mille sfumature di azzurro. La sua particolarità è quella di possedere un fondale bassissimo – che rimane tale per decine di metri – ed una sabbia setosa e abbagliante dal tanto che è bianca. 

Anche se avrete già un bel colorito, è facile che vi possiate scottare… quindi, ci raccomandiamo, armatevi di protezione solare!

Proprio di fronte a voi potrete ammirare La Pelosetta, un piccolo isolotto roccioso sovrastato dalla sua Torre di origine Aragonese, simbolo appunto della Pelosa.

Consiglio: puntate la sveglia prestissimo per poter “piantare” il vostro ombrellone in una posizione ottimale! 

Inoltre, lì avrete anche la possibilità di usufruire di una spiaggia privata… prenotando e svuotando il portafoglio 😂. Il parcheggio è a pagamento: solitamente si pagano circa €20,00 al giorno. 

Ah… se come Corì avete problemi alle ripartenze in salita, fate guidare qualcun altro 😂!

Si, davanti ai vostri occhi vedrete anche L’Asinara, parco nazionale e area marina protetta.

Un tempo, all’interno dell’isola, era situato il carcere di massima sicurezza, ad oggi non più attivo.

Un vero paradiso da visitare  in bici, in barca, in jeep oppure a cavallo

Le partenze sono sempre da Stintino o Porto Torres. Scrivendo appunto su google Escursioni Asinara  potrete trovare tutte le varie proposte e scegliere quella che fa al caso vostro!

Altre 3 meraviglie da non perdere…

Assolutamente da nominare tre spiagge – a noi sono piaciute davvero tanto – appartenenti allo stesso litorale, anche queste DOG FRIENDLY:

Acqua cristallina e profonda, parcheggi gratuiti e non, nella maggior parte dei casi, la spiaggia è libera.

Porto Torres: patria del nostro tatuaggio!

Eh già, prima abbiamo nominato Porto Torres, ed eccoci qua, dove nasce il nostro tatuaggio, grazie alla super Jackie 😇.

Nelle vie di Porto Torres potrete fare una bella passeggiata, un aperitivo nei locali in piazza o al Tropical, bar ma anche discoteca e per di più rivolto verso il mare, oppure potrete fare un bagno a Balai spiaggia principale della città.

Qua al porto di Porto Torres arrivano anche i traghetti da tutte le parti d’Italia… per chi non amasse volare in aeroplano ✈️.

Oltrepassata la spiaggia di Balai, seguendo la strada, troverete Platamona. Chilometri di litorale che vanno da Porto Torres a Castelsardo, divisi appunto tra comune di Porto Torres, Sassari e Sorso. Anche qui avete l’imbarazzo della scelta.

Corì, da giovincella adolescente, andava spesso con l’autobus alla spiaggia “della rotonda” da lì in poi, andando verso Castelsardo, iniziano i pettini – ovvero le note sette discese di questo litorale che portano al mare.

Estremamente comodo da raggiungere in autobus dal capolinea di Sassari -situato ai giardini – prendendo la linea Buddi-Buddi. Villaggio turistico consigliato, che si trova proprio in questa zona, è: Li Nibari.

Noi, da brave “fighettine” avevamo approvato il pettine in cui si trova Cafè Set Beach Platamona, molto carino sia durante il giorno che per il dopo cena.

Per gli amanti del vino… a Sorso, solitamente tra l’ultima settimana di Luglio e la prima di Agosto, vi è l’evento Calici Sotto le Stelle. Percorrendo la strada che da Sorso va verso Castelsardo troverete alla vostra sinistra la famosa roccia dell’elefante, tappa fissa per un selfie 📷.

Dopo di che vi consigliamo di proseguire per andare a scoprire la magia di Castelsardo… con il suo castello rientra nel club dei borghi più belli d’Italia, un centro ricco di negozietti di artigianato Sardo e souvenir.

Avete più di una settimana a disposizione?

Assolutamente consigliata

Spiaggia Cala Brandinchi anche in giornata (armatevi di pazienza: quasi sicuramente vi ritroverete in coda per l’ingresso al parcheggio. Inoltre, se avete paura delle cavallette, tenete i finestrini chiusi… potrebbero voler guidare al vostro posto 😂!).

Potrete visitare Santa Teresa di Gallura, oppure fare una gita in barca nell’Arcipelago della Maddalena, con partenza appunto da Santa Teresa.

Consigliamo anche l’escursione in gommone nel Golfo di Orosei mentre, per i più sportivi, anche un bel trekking! Consigliabile la prenotazione in entrambi i casi, soprattutto perchè l’accesso alle spiagge è contingentato.

Tappa giornaliera on the road in Costa Smeralda (Porto Cervo, Porto Rotondo, Baja Sardinia)

RACCOMANDAZIONE!!! 

Le strade in Sardegna sono spesso lunghe e buie, non approfittatene per schiacciare troppo l’acceleratore, ci sono tantissimi animali selvatici che potrebbero tagliarvi la strada. 

La nostra esperienza è avvenuta con un gregge di pecore. Eh si… ci siamo un po’ “pippate” sotto, ma per fortuna siamo riuscite a frenare in tempo!

Consigliata la stampa di questa cartina, in cui sono indicate tutte le spiagge della Sardegna:

Ti sono piaciuti i nostri consigli? Allora cosa aspetti… Prenota la tua vacanza in Sardegna e condividi il nostro post!

Se dovessi avventurarti in queste zone, ricordati di taggarci nelle tue foto sui social. Saremo felicissime di guardarle e repostarle!

Se invece, avrete VOI qualche consiglio da darci… non esitate!

Grazie per aver letto le nostre tante (forse troppe!) parole!

Un abbraccio, Pee & Corì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

error: Content is protected !!